Bitcoin Suisse: Niklas Nikolajsen tra i 300 più ricchi in Svizzera

Bitcoin Suisse Niklas Nikolajsen

Niklas Nikolajsen, imprenditore danese fondatore di Bitcoin Suisse, rientra nella classifica dei 300 svizzeri più ricchi grazie a Bitcoin, con un patrimonio stimato di 325 milioni di franchi. 

Il presidente onorario della Bitcoin Suisse, Niklas Nikolajsen tra i 300 più ricchi della Svizzera

Ogni anno, Bilanz stila la classifica dei 300 svizzeri più ricchi e, tra i vari nomi, anche l’imprenditore pioniere delle criptovalute, Niklas Nikolajsen, sembra esserne parte con un patrimonio stimato di 325 milioni di franchi. 

Niklas Nikolajsen è noto nel panorama finanziario elvetico, soprattutto grazie alla fortuna ottenuta dopo il suo acquisto di bitcoin ai suoi albori, quando valeva pochi centesimi di dollari. 

Secondo quanto riportato, sembra che la società da lui fondata a Zugo nel 2013, la Bitcoin Suisse, lo vedrà dimettersi dal cda, per rimanere il presidente onorario oltre che importante investitore. La nuova guida sarà Luzius Meisser, che siede già da quattro anni nell’organo di sorveglianza.

Bitcoin Suisse è un’azienda con più di 300 dipendenti che offre servizi finanziari legati alle criptovalute. Niklas Nikolajsen ha fatto parlare di sé per degli acquisti originali che ha fatto grazie all’ascesa del prezzo di BTC.  

Tra i tanti, l’acquisto del castello St. Karlshof sulle rive del lago di Zugo, la società di hockey su ghiaccio danese Rungsted oltre che due lussuose Bentley, seppur non abbia la patente. 

Niklas Nikolajsen
Niklas Nikolajsen

Svizzera: i super ricchi tendenti ad acquistare bitcoin e crypto

Secondo un sondaggio della Campden Wealth che ha interpellato 385 family office a livello internazionale (cioè società che gestiscono uno o più patrimoni familiari), sembra sia forte la tendenza per i “super ricchi” di acquistare Bitcoin, Ethereum e le crypto

L’indagine riporta che:

  •  il 28% delle famiglie ultra-facoltose, a livello globale, ha già investito nelle criptovalute
  • il 28% prevede invece di aumentare la propria riserva in Bitcoin, Ethereum e crypto nel corso del prossimo anno
  • il 42% concorda invece che siano un investimento promettente e degno d’interesse.

Un dato interessante, è che la Svizzera si piazza, dopo il Regno Unito, come uno dei principali centri di questa attività in Europa. 

Non a caso, la Svizzera è anche definita la Crypto Valley per eccellenza che, già solo l’anno scorso, nel report delle 50 top compagnie blockchain si stimava avessero un valore totale come 25,3 milioni di dollari, con 4 miliardi di dollari di finanziamenti raccolti e con 733 impiegati. 

Lugano e l’apertura agli NFT 

Oltre all’aspetto finanziario delle crypto, la Svizzera sembra essere aperta anche a quello più “collezionabile su blockchain” identificato con i Non-Fungible Token. 

Lo scorso mese, la piattaforma di trading nazionale di finanzia tradizionale e di crypto asset con sede in Svizzera, la SIX Digital Exchange o SDX ha affermato di aprire le porte agli NFT, diventando anche un’infrastruttura. 

Non solo, sempre nello stesso periodo, la città di Lugano aveva celebrato la Lugano NFT Week, una settimana di mostra, eventi e workshop sul mondo della Crypto Art e dei Non Fungible Token. 

La mostra NFT di Lugano è stata la prima ad essere mai organizzata in Europa, con organizzatori del calibro della Poseidon NFT Fund che ha presentato la propria collezione, una delle più grandi e cospicue d’Europa. 

Anche The Cryptonomist, con sede a Lugano, aveva partecipato all’evento e negli NFT Talk Show, promuovendo anche il nuovo NFT Magazine e, annunciando poi, gli NFT di Cryppo, la mascotte della rivista con un suo metaverso. 

 

The post Bitcoin Suisse: Niklas Nikolajsen tra i 300 più ricchi in Svizzera appeared first on The Cryptonomist.