Coinbase nel 2022: un break di una settimana ogni trimestre

Coinbase 2022

Coinbase annuncia che nel 2022 ci sarà un break di una settimana ogni trimestre. Sono esattamente quattro settimane separate nell’anno, in cui “quasi tutta l’azienda si spegnerà”, un modo per far ricaricare i lavoratori sopraffatti dalla forte intensità e mole di lavoro. 

Coinbase nel 2022: un deliberato tempo di ricarica per i lavoratori

Coinbase, l’exchange crypto con base negli USA, ha affermato lunedì che darà ai suoi dipendenti una settimana di break ogni trimestre 2022, una delibera del tempo di ricarica per i lavoratori stressati dal duro e intenso lavoro. 

Lo chief people officer di Coinbase, L.J. Brock ha così affermato:

“Quest’anno, stiamo sperimentando quattro settimane di ricarica (all’incirca una per trimestre), quando quasi tutta l’azienda si spegnerà in modo che tutti possiamo goderci il tempo libero senza che il lavoro si accumuli. Quattro settimane di tempo di ricarica coordinata potrebbero sembrare un sacco di tempo libero per un’azienda in iper-crescita, ma data l’intensità del nostro lavoro durante l’anno, pensiamo che questo sia il modo migliore per garantire che il nostro ritmo sia sostenibile a lungo termine.”

Brock ha anche detto di adottare da anni la politica FTO o tempo libero flessibile nei paesi in cui è idonea. Questo significa che la maggior parte dei dipendenti non deve accumulare tempo libero prima di utilizzarlo o non si deve preoccupare di raggiungere un limite annuale. 

Nonostante la FTO, nel 2020 la stessa azienda ha notato che i dipendenti a causa della mole di lavoro, non hanno mai preso abbastanza tempo libero. Così alla fine del 2020, Coinbase avrebbe programmato una sola settimana di ricarica per tutti i lavoratori, mentre nel 2021 due settimane. 

Coinbase 2022
Un ufficio di Coinbase

Coinbase chiude la sede a San Francisco

La presente decisione della piattaforma di scambio dei beni digitali e crypto-asset, è frutto di un’evoluzione già preannunciata lo scorso maggio 2021.

Infatti, oltre lo smart-working che, a causa della pandemia globale è diventata la soluzione per continuare a lavorare, Coinbase aveva già annunciato che in questo 2022 avrebbe chiuso ufficialmente la sede centrale a San Francisco. 

Un modo per diventare una società “remote first” a tutti gli effetti e dimostrare la loro “forza lavoro decentralizzata”, in cui nessuna sede è più importante delle altre. 

La chiusura dell’ufficio di San Francisco, infatti, avrebbe come scopo quello di offrire una rete di uffici più piccoli in cui i dipendenti, se lo vogliono, potranno recarsi a lavorare, senza avere la sede e poche sedi sparse in un numero limitato di città. 

Le previsioni sul mercato crypto 2022 della piattaforma

Di recente, Surojit Chatterjee, CPO di Coinbase, ha fornito 10 previsioni sul mercato crypto per il 2022. 

Tra i diversi punti, emerge l’ottimismo su Ethereum e sulla sua promessa di maggiore scalabilità grazie agli aggiornamenti che dovrebbero essere attivi da giugno. Chatterjee sostiene che la seconda crypto per capitalizzazione di mercato continuerà ad essere considerata la base della rivoluzione del web3.

Nello stesso tempo, il manager afferma che ci saranno dei miglioramenti anche sulle blockchain concorrenti come Cardano, Solana e Avalanche. 

Non solo, anche il DeFi, NFT e Metaverso saranno al centro della scena 2022. Con una crescita esponenziale, potrebbe succedere che emergano nuovi protocolli assicurativi che garantiscano i fondi degli utenti. Mentre gli NFT saranno i nuovi competitor con i tradizionali social network, sia per la loro popolarità che per l’utilizzo del metaverso. 

 

The post Coinbase nel 2022: un break di una settimana ogni trimestre appeared first on The Cryptonomist.