Mastercard adotta un nuovo strumento contro le frodi in crypto

mastercard frodi crypto

Mastercard ha annunciato un nuovo strumento avanzato per contrastare il fenomeno delle frodi con crypto.

Mastercard combatte le frodi crypto con un nuovo strumento

Mastercard ha annunciato che la prossima settimana lancerà un nuovo innovativo sistema per combattere le frodi in criptovalute, che sono sempre più frequenti anche sui propri circuiti di pagamento. Il nuovo sistema che si chiamerà Crypto Secure, ha la capacità di valutare visivamente il rischio connesso ad una determinata transazione, tramite l’intelligenza artificiale e i dati sulla catena, consentendo agli emittenti di carte di decidere le azioni necessarie. 

Il servizio sarà realizzato grazie al contributo della società CipherTrace, una startup di sicurezza blockchain acquisita da Mastercard l’anno scorso. Questo annuncio va nella direzione imposta da molte autorità governative europee e statunitensi che vedono nel crescente fenomeno delle frodi con criptovalute un pericolo in preoccupante aumento.

Crypto Secure offre, come spiega la CNBC che è stata la prima a dare la notizia, a banche ed emittenti di carte la possibilità di utilizzare un dashboard che mira a dettagliare visivamente se un’attività correlata alle criptovalute è sospetta o meno e in che misura. Secondo la CNBC il sistema sarà presentato ufficialmente martedì prossimo.

La CipherTrace, una società di sicurezza informatica, con sede a Menlo Park, in California, che si occupa proprio di tracciare i possibili legami tra le transazioni in criptovalute e le frodi criminali. La società viene anche utilizzata sia da aziende che da agenzie governative, e permette di poter accorgersi ed indagare su transazioni sospette che coinvolgono criptovalute. 

La società è stata acquisita da Mastercard nel settembre del 2021, con il chiaro intento di contrastare il fenomeno delle frodi.

L’acquisizione strategica di Mastercard

Ajay Bhalla, Presidente, Cyber ​​& Intelligence di Mastercard, in occasione della presentazione di quell’acquisizione un anno fa, ha affermato: 

“Le risorse digitali hanno il potenziale per reimmaginare il commercio, dagli atti quotidiani come pagare ed essere pagati alla trasformazione delle economie, rendendole più inclusive ed efficienti. Con la rapida crescita dell’ecosistema delle risorse digitali nasce la necessità di garantire che sia affidabile e sicuro. Il nostro obiettivo è sfruttare le capacità complementari di Mastercard e CipherTrace per fare proprio questo”.

L’innovativa piattaforma di CipherTrace fornisce soluzioni di sicurezza informatica sulle criptovalute per alcune delle più grandi banche, borse valori e altre istituzioni finanziarie del mondo, grazie ad accurate analisi di dati, che con elaborazione di sofisticati algoritmi aiutano i clienti ad effettuare in maniera più sicura e trasparente le loro transazioni su circa 900 criptovalute

Dave Jevans, CEO di CipherTrace, ha affermato di recente:

“Aiutiamo le aziende, che si tratti di banche o scambi di criptovalute, autorità di regolamentazione del governo o forze dell’ordine, a mantenere la criptoeconomia al sicuro”.

Come spiegato dai vertici aziendali di Mastercard questa acquisizione era parte della strategia di Mastercard per aiutare a fornire a clienti, commercianti e aziende una scelta più ampia su come spostare il valore dei loro asset digitali. 

Si tratta di uno dei molti investimenti effettuati da Mastercard nello spazio crittografico, tra cui le partnership con Uphold, Gemini e BitPay per creare carte crittografiche, la creazione di nuove piattaforme per testare e supportare le valute digitali della banca centrale, programmi per supportare l’uso più ampio della tecnologia blockchain e NFT, e la possibilità di supportare stablecoin selezionate direttamente sulla sua rete.

D’altra parte il fenomeno delle truffe con criptovalute è in continua crescita, come evidenziato in un recente rapporto della società di analisi Chainalysis, che ha registrato come nel 2021 le frodi criminali legate alle criptovalute abbiano raggiunto la cifra di 14 miliardi di dollari.

Il nuovo dashboard fornito ai clienti da Mastercar permetterà di riconoscere il grado di pericolosità di una transazione sospetta, sottolineato da una diversa gradazione di colore che va dal verde per un rischio basso a rosso per un rischio elevato.

Ajay Bhalla, ribadendo che Mastercard già utilizza una tecnologia simile per le frodi nelle transazioni in valuta fiat, ha dichiarato:

“L’idea è che il tipo di fiducia che forniamo per le transazioni di commercio digitale, vogliamo essere in grado di fornire lo stesso tipo di fiducia alle transazioni di asset digitali per consumatori, banche e commercianti.”

Adesso con questo nuovo sistema, Mastercard vuole assicurare la sicurezza anche nel mondo delle criptovalute, che come ha affermato in un’intervista con la CNBC, sta assumendo un rilievo importante nel mondo dei pagamenti e della finanza:

“L’intero mercato delle risorse digitali è ora un mercato piuttosto ampio e sostanziale”.

Cresce l’importanza delle crypto e della blockchain nei mercati tradizionali

È ormai consolidato il fatto che sempre più istituzioni finanziarie tradizionali stiano adottando le criptovalute come forme di investimento e di pagamento, a cominciare dai colossi americani Goldman Sachs, Merrill Lynch e J.P.Morgan. Il Nasdaq pochi giorni fa, ha annunciato di essere pronto a lanciare un nuovo servizio di custodia per le crypto.

Ed è proprio per questo motivo che le autorità europee ed americane soprattutto sono impegnate al massimo per arrivare in tempi stretti all’approvazione di quella regolamentazione del settore che da troppo operatori ed utenti stanno attendendo. Una regolamentazione che potrebbe anche essere di aiuto proprio per limitare il fenomeno delle frodi e delle truffe. 

Proprio in queste ore Biden ha nuovamente invitato il Congresso a riunirsi per approvare una regolamentazione per il settore delle criptovalute, ancora scosso dal fallimento di Terra dello scorso maggio.

Mastercard da tempo una delle aziende più attente al mercato delle criptovalute, considerando che aveva anche fatto parte del ristretto numero di aziende che avevano aderito al progetto della criptovalute di facebook Libra, poi abbandonato, non sembra preoccuparsi troppo dei grandi cali registrati dal mercato nel 2022. 

Bhalla ha detto: 

“Questi sono cicli di mercato, verranno e andranno. Penso che tu debba avere una visione più ampia che questo è un grande mercato ora è in evoluzione e probabilmente sarà molto, molto più grande in futuro.” 

Anche perché se è vero che le quotazioni delle principali criptovalute hanno più che dimezzato il loro valore, l’adozione delle valute digitali non sembra, invece, in calo e di conseguenza crescono anche le frodi e le truffe legate al loro utilizzo.

The post Mastercard adotta un nuovo strumento contro le frodi in crypto appeared first on The Cryptonomist.